gennaio 2017


Carofiglio Con parole precise economica laterza
Gianrico Carofiglio
Economica Laterza - Dal 19 gennaio in libreria

Laterza pubblica nella sua collana economica Con parole precise di Gianrico Carofiglio. Con parole precise più che un titolo è una risposta. Una risposta sintetica e frontale alla domanda: come bisogna scrivere? Dicendo ‘con parole precise’ non si indica una qualità, ma un modo. Un modo di argomentare, di comunicare, di esprimersi. Come? Con parole precise. Un po’ come dire ‘ad alta voce’. E con la sua inconfondibile voce, Gianrico Carofiglio ci propone un decalogo, un prontuario, un breviario (questa è la parola precisa) della scrittura onesta, coltivata, democratica: in una parola, civile. Ci spiega perché tanti testi giuridici – ma anche politici, burocratici, aziendali – sono scritti male. Ma soprattutto ci spiega come fare a scrivere bene. Contrapponendo, all’astratta e compiaciuta opacità di certa lingua delle istituzioni, la concretezza di una scrittura sobria e attenta. Una scrittura bella: dunque più efficace e più persuasiva. Perché scrivere bene ha un’attinenza diretta con la qualità del ragionamento. Implica chiarezza di idee da parte di chi scrive e provoca in chi legge una percezione di onestà. Come sosteneva Calvino, infatti, “cercare di pensare e d’esprimersi con la massima precisione possibile proprio di fronte alle cose più complesse è l’unico atteggiamento onesto e utile”.



all-ombra-del-lungo-camino-bur-2017-cover
Andrea Molesini
BUR Ragazzi - Dal 19 gennaio in libreria

“Hai ragione, Schulim” disse Merlino. “Quello che davvero vogliono è farci simili a bestie così, quando ci uccideranno, uccideranno delle bestie, non degli uomini. Ma finché avremo memoria, noi resteremo uomini e, a dispetto delle botte, della fame e delle umiliazioni, li costringeremo a uccidere degli uomini: così, fino alla fine dei tempi, gli assassini verranno chiamati assassini.” Nell’orrore di un lager, l’amicizia tra Merlino e Schulim e il loro rocambolesco piano di fuga. Una parabola sull’immaginazione e sul suo straordinario potere di rendere liberi, sempre. All’ombra del lungo camino di Andrea Molesini esce nell nuova edizione Bur Ragazzi.



Mazzantini_NSSDS_eish_lo_yivasha_levado Kinneret ISR
Margaret Mazzantini
Kinneret (Israele)

Nessuno si salva da solo, il romanzo di Margaret Mazzantini pubblicato in Italia nel 2011, esce ora in lingua ebraica per i tipi di Kinneret. Il libro si aggiunge a Non ti muovere, Venuto al mondo, Mare al mattino, già pubblicati con grande successo in Israele.



81lgjjO8qqL
Maurizio Maggiani
Feltrinelli, Universale Economica - In libreria dal 12 gennaio

Siamo storie, siamo le storie a cui abbiamo appartenuto, siamo le storie che abbiamo ascoltato. E infatti Maggiani ascolta. Ascolta il fiume di voci che si leva nel canto della nazione che avremmo potuto essere e che non siamo, le voci di un popolo rifluito dentro l’immaterialità della memoria. Si insinua nelle pieghe della vita apparentemente ordinaria dei suoi personaggi e racconta. Racconta di una madre e di un padre che si spengono portando con sé, prima nella smemoratezza e poi nella morte, un mondo di certezze molto concrete: la cura delle cose, della casa, dei rapporti parentali. Rammenta la fatica giusta (e ingiusta) di procurarsi il pane e di stare appresso a sogni accesi poco più in là, nella lotta politica, nella piana assolata quando arriva la notizia della morte di Togliatti. Racconta, allestendo un maestoso teatro narrativo, della costruzione dell’Arsenale Militare: un cantiere immenso, ribollente, dove accorrono a lavorare ingegneri e manovali, medici e marinai, ergastolani e rivoluzionari, cannonieri e fonditori, inventori e profeti, cuoche e ricamatrici, per spingere avanti destini comuni, avventure comuni, speranze in comune. Racconta di come si diventa grandi e di come si fondano speranze quando le speranze sono finite. Mai si era guardato negli occhi di un padre così a fondo per domandare una sorta di muto perdono, più grande della vita. Nella mitica contea di Maurizio Maggiani ci siamo tutti, a misurare quanto siamo stati, o meno, ‘fondatori di nazioni’.



Lame - Gabriele Pedullà
Gabriele Pedullà
Einaudi - Dal 17 gennaio in libreria

Su uno dei più bei colli di Roma, una compagnia di pattinatori si riunisce tutte le settimane per celebrare un particolarissimo rituale, fatto di libertà, abiti vintage e canzoni dell’adolescenza. Anche Olimpia e Ruggiero – un matrimonio felice, in cammino «ad ampie falcate in direzione dei quarant’anni» – ne sono immediatamente conquistati. Riecco di colpo «la sensazione di volare senza veramente sollevarsi da terra» che li aveva posseduti da ragazzi. Dopo, niente sarà più lo stesso. Leggi la rassegna stampa



France (Laffont) – Splendeur
Margaret Mazzantini
Laffont (Francia)

Laffont, editore dei romanzi di Margaret Mazzantini in Francia, arricchisce il suo catalogo con l’ultimo libro dell’autrice, Splendore, con la traduzione di Delphine Gachet. Il romanzo è già stato pubblicato in Germania, Olanda, Polonia, Romania, Russia, Spagna e Svezia ed è in corso di traduzione in Bulgaria, Slovenia e Turchia.



Serbia (Laguna) - Želja da se bude kao svi drugi
Francesco Piccolo
Laguna (Serbia)

Esce in Serbia, Montenegro e Bosnia Erzegovina Il desiderio di essere come tutti, il romanzo di Francesco Piccolo vincitore del Premio Strega 2017. Il libro è pubblicato dalla casa editrice di Belgrado Laguna.