Paola Capriolo - © Tania A3/ContrastoPaola Capriolo
è nata a Milano. Scrittrice e traduttrice dal tedesco (Goethe, Keller, Mann, Schnitzler, Kafka, Simmel, Kleist, Stifter), ha esordito nel 1988 con la raccolta di racconti La grande Eulalia (Premio Giuseppe Berto). Scrive per le pagine culturali del Corriere della Sera ed è autrice di numerosi romanzi, racconti, saggi e libri per bambini, tra cui: Il nocchiero (1989, Premio Selezione Campiello, Premio Rapallo), Il doppio regno (1991, Premio Grinzane Cavour), Vissi d’amore (1992), La spettatrice (1995), Un uomo di carattere (1996), Con i miei mille occhi (1997), Barbara (1998), Il sogno dell’agnello (1999), Una di loro (2001), Qualcosa nella notte (2003), Una luce nerissima (2005), Maria Callas (2007), Caino (2012), L’ordine delle cose (2013), Thomas Mann. La perfezione del nulla (2013), Mi ricordo (2015, Premio Segafredo Zanetti, Premio Asti d’Appello). I suoi libri sono tradotti in molte lingue, tra cui inglese, danese, francese, tedesco, ungherese, giapponese, portoghese e spagnolo.

* * *

Paola Capriolo
was born in Milan. She published her first work of fiction, the collection of short stories La grande Eulalia (Premio Giuseppe Berto), in 1988. A translator of German literature (by Goethe, Keller, Mann, Schnitzler, Kafka, Simmel, Kleist, Stifter), and a reviewer for the Corriere della Sera, she is the author of novels, short stories, essays and children’s books. Among her works: Il nocchiero (1989, Premio Selezione Campiello, Premio Rapallo), Il doppio regno (1991, Premio Grinzane Cavour), Vissi d’amore (1992), La spettatrice (1995), Un uomo di carattere (1996), Con i miei mille occhi (1997), Barbara (1998), Il sogno dell’agnello (1999), Una di loro (2001), Qualcosa nella notte (2003), Una luce nerissima (2005), Maria Callas (2007), Caino (2012), L’ordine delle cose (2013), Thomas Mann. La perfezione del nulla (2013), Mi ricordo (2015, Premio Segafredo Zanetti, Premio Asti d’Appello). Her books have been translated into several languages, including English, Danish, Dutch, French, German, Hungarian, Japanese, Portuguese and Spanish.

· · · ◊ ◊ ◊ · · ·