Gabriele Romagnoli - © Adolfo Frediani

Gabriele Romagnoli
nato a Bologna, è giornalista, scrittore e sceneggiatore. Ha iniziato la carriera da giornalista a La Stampa dove è stato inviato speciale e corrispondente negli Stati Uniti. In seguito è stato editorialista di La Repubblica, editor at large di Vanity Fair e direttore del mensile GQ. Su Repubblica scrive la rubrica La prima cosa bella.

Dopo l’esordio nel 1985 con il racconto Undici calciatori, pubblicato nella raccolta Giovani Blues, antologia di giovani talenti di Pier Vittorio Tondelli, ha pubblicato numerosi romanzi e saggi, tra cui: Navi in bottiglia. 101 microracconti (1993), Oggetti da smarrire (1995), In tempo per il cielo (1995), Video cronache (1997), Passeggeri. Catalogo di ragioni per vivere e volare (1998), Louisiana blues (2001), L’artista (2004), Non ci sono santi. Viaggio in Italia di un alieno (2006), Solo i treni hanno la strada segnata (2008), Un tuffo nella luce (2010), Domanda di grazia (2013), Solo bagaglio a mano (2015) e Coraggio! (2016). Il suo libro più recente è Senza fine (2018).

Da Solo bagaglio a mano ha tratto una conferenza scenica presentata in molti festival e teatri italiani, tra cui: il Festival Letteratura di Mantova, l’Oratorio San Filippo Neri di Bologna, il Teatro Agnelli di Torino, il Teatro del Fuoco di Foggia. Romagnoli è anche autore di sceneggiature per il cinema e la tv (Distretto di polizia, 2000-2012 e Uno bianca, 2001). Ha vissuto a New York, Parigi, Il Cairo e Beirut.

* * *

Gabriele Romagnoli
born in Bologna, is a journalist, writer and screenwriter.
He began his career as a journalist at La Stampa where he was a foreign correspondent in the United States, then he served as a columnist for La Repubblica. He later became the Editor at Large of Vanity Fair and the director of GQ. For la Repubblica he writes the column La prima cosa bella.

After his debut in 1985 with the short story Undici Calciatori, included in the collection Giovani Blues, an anthology of young talents edited by Pier Vittorio Tondelli, he has published several novels and essays. Among them: Navi in bottiglia. 101 microracconti (1993), Oggetti da smarrire (1995), In tempo per il cielo (1995), Video cronache (1997), Passeggeri. Catalogo di ragioni per vivere e volare (1998), Louisiana blues (2001), L’artista (2004), Non ci sono santi. Viaggio in Italia di un alieno (2006), Solo i treni hanno la strada segnata (2008), Un tuffo nella luce (2010), Domanda di grazia (2013), Solo bagaglio a mano (2015) and Coraggio! (2016). His most recent book is Senza fine (2018).

Solo bagaglio a mano became a theatrical reading performed in many Italian festivals and theaters, including Festival Letteratura (Mantova), Oratorio San Filippo Neri (Bologna), Teatro Agnelli (Torino), Teatro del Fuoco (Foggia). Romagnoli has also written screenplays for films and tv series (Distretto di polizia, 2000-2012 and Uno bianca, 2001). He has lived in New York, Paris, Cairo and Beirut.

· · · · · ·

Per una migliore esperienza di navigazione il nostro sito fa uso di cookies. Cliccando su “Accetta”, scorrendo la pagina o continuando la navigazione accetti la nostra cookies policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi